[g] Foto Gallery 
 
[c] Contattaci 
 
 
[q] domande? 
 
 
 
[h] Home 
fotografie di Olgiate Molgora
 
 
 
AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE
Altri contenuti - Accesso civico
Normativa di riferimento - art. 5, commi 1 e 2 D. Lgs 33/2013  modificato con D.Lgs 97/2016

Accesso civico semplice

Chi può presentare la domanda
Chiunque, indipendentemente dall’essere cittadino italiano o residente nel territorio dello Stato, ha il
diritto di chiedere documenti, informazioni e dati che questo ente deve pubblicare in “Amministrazione
trasparente” qualora sia stata omessa la pubblicazione.

Come presentare la domanda
La domanda di accesso civico semplice è gratuita e non deve essere motivata ma deve identificare i dati, le informazioni o i documenti richiesti e deve essere presentata in forma scritta o via PEC, è rivolta al responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza attraverso l'apposito modulo.

Il rilascio di dati o documenti è gratuito, salvo il rimborso del costo di riproduzione su supporti materiali.
Nel caso di rilascio di copie cartacee è previsto il pagamento dei costi di riproduzione come stabiliti dalla
deliberazione della Giunta Comunale n. 211/2001 così come per il rilascio altri sistemi di registrazione (CD,
chiavette USB, ecc. ).

Il Responsabile della trasparenza per l'accesso civico, dopo aver ricevuto la richiesta, la trasmette all'ufficio compente per la pubblicazione, informandone il richiedente. Il Responsabile della pubblicazione, entro 30 giorni, pubblica sul sito www.comune.olgiatemolgora.lc.it il documento, l'informazione o il dato richiesto e, contemporaneamente, comunica al Responsabile dell'accesso civico, l'avvenuta pubblicazione.

Il procedimento deve concludersi entro trenta giorni con un provvedimento espresso e motivato del
responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza.




Accesso Civico Generalizzato (FOIA – Freedom Of Information Act)

Il decreto legislativo 25 maggio 2016, n. 97, di modifica del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, ha introdotto l’istituto dell’accesso civico “generalizzato”, che attribuisce a “chiunque” il “diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione (…), nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti secondo quanto previsto dall’articolo 5-bis” (art. 5, c. 2, d.lgs. n. 33/2013).

Dal 23 dicembre 2016, chiunque può far valere tale diritto nei confronti delle pubbliche amministrazioni e degli altri soggetti indicati all’art. 2-bis del d.lgs. n. 33/2013.

Chi può presentare la domanda
Chiunque, indipendentemente dall’essere cittadino italiano o residente nel territorio dello Stato, ha diritto
di accedere ai dati e ai documenti detenuti da questo ente, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione
obbligatoria, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti

Come presentare la domanda
Per attivare un ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO è possibile utilizzare il modello di istanza e deve essere presentata in forma scritta o via PEC all'Ufficio Protocollo dell'Ente e deve essere rivolta all'Ufficio che detiene i dati e le informazioni richieste.


L’istanza verrà esaminata dal responsabile dell’Ufficio che detiene l’atto, il documento o l’informazione. In caso di diniego, il richiedente potrà chiedere il RIESAME che va presentato al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e Trasparenza (PTPCT), utilizzando l'appostio modello.


L’interessato, in caso di diniego, può anche proporre ricorso al Difensore civico regionale o al TAR Lombardia





ANNO 2017

ACCESSO AGLI ATTI - ELENCO
ACCESSO CIVICO SEMPLICE - NESSUNA DOMANDA PRESENTATA
ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO - NESSUNA DOMANDA PRESENTATA

 
 
 
   
grafica di contorno grafica di contorno